Santuario Egizio d'Italia

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Emblema Santuario Egizio d'Italia

Il Santuario Egizio d'Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777) è un Rito Esoterico basato sulla Massoneria Egizia così come nata e sviluppatasi a Napoli nel 1700. Il Corpus Rituale di cui è depositario annovera tra i padri fondatori prima e prosecutori poi, personaggi di spicco della storia esoterica italiana e internazionale come il Principe Raimondo di Sangro ed il suo primogenito Vincenzo, il Conte di Cagliostro, il Barone Claude Henry Theodor Tschudy (fondatore in precedenza dell’Ordine della Stella Fiammeggiante), Filippo e Giustiniano Lebano, Domenico Bocchini, Luigi D'Aquino, Gaetano Petriccione, Pasquale De Servis, Don Leone Cajetani. Il Rito praticato costituisce un percorso di approfondimento della massoneria, al di là dei primi tre gradi, detti simbolici (apprendista, compagno, maestro). L'Emblema (registrato) del Santuario Egizio d’Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777) è rappresentato da Benu (anche detto Bennu), divinità egizia appartenente alla religione dell’Antico Egitto; uccello mitologico consacrato al dio Ra, simbolo della nascita e della risurrezione dopo la morte, quindi, dell'eternità della vita, fine ultimo del Corpus Rituale Operativo degli Arcana Arcanorum.

Storia

Il Santuario Egizio d'Italia nasce ufficialmente per volontà di Sei Sublimi Patriarchi Gran Conservatori ad Vitam riunitisi per l'occasione a Napoli, 6 realtà della Massoneria Egizia internazionale riuniti in un Concilio per "riunire ciò che è sparso". Questi gli obiettivi del Concilio di Napoli: fondere Rituali ed Istruzioni Operative tra le varie "correnti" egizie su suolo italico, eliminare le influenze di gradi e rituali del Rito Scozzese Antico ed Accettato ed analizzare antichi documenti provenienti da un antico deposito iniziatico in parte risalenti ed attribuibili a Giustiniano Lebano al fine di recuperare l'antica operatività rituale degli Arcana Arcanorum, i quattro gradi (3+1) così detti della Scala di Napoli. Alla fine della due giorni, dopo una verifica congiunta dei contenuti Rituali dell’Archivio Lebano, o Sei Sublimi Principi Patriarchi Grandi Conservatori a vita (95°), hanno siglato la storica Bolla di Fondazione ed installato il Santuario Egizio d’Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777), oggi senza ombra di smentita Custode Reale ed Unico dell'Arca Venerata della Tradizione su tutto il territorio italiano. Un Rito Massonico che fonda le sue radici a Napoli. Il Principe Raimondo di Sangro viene ricevuto nella Loggia Massonica "Perfetta Unione" (Loggia nata a Napoli nel 1728, leggasi Massoneria in Italia) nel luglio 1745 ed iniziato dal Maestro Venerabile don Gennaro Carafa, sotto la Maestranza generale di Napoli massonica dello Zelaia; Don Raimondo, gentiluomo del re di Napoli dal 1737 e cavaliere di San Gennaro dal 1738 e Cavaliere di Malta, colonnello comandante il reggimento di fanteria provinciale di Linea, Real Capitanata, di Foggia dal 1742. Raimondo di Sangro il 3 agosto 1747, al piano ammezzato di sinistra del suo palazzo verso la sua Cappella San Severo in Napoli, fonda una sua loggia massonica di tipo scozzese, ma con principi rosacruciani, chiamata Rosa d'Ordine Magno, anagramma di Raimondo di Sangro, ammettendovi il Barone Henry Theodor Tschudy da Metz, 1724-1769, letterato, kabbalista, alchimista, gnostico, fondatore dell'Ordine della Stella Fiammeggiante. La Loggia Massonica praticava nella sua scala rituale, oltre i tre gradi cosiddetti "azzurri" anche alti gradi, di tipo scozzese o adonhiramita; il 4° di maestro secreto o arcano, il 9° detto dei 9 e il 18° grado di Sublime Filosofia, equivalente al grado di Cavaliere Principe Rosa+Croce. Tale progresso rituale fu pubblicato in Napoli il 12 gennaio del 1751 dalla tipografia privata del Principe di Sansevero. I gradi adonhiramiti sotto Raimondo di Sangro erano tre gradi scozzesi di alto grado detti appunto adonhiramiti, ed in specie il 3 grado supremo era imbevuto di studi di cabala, di astrologia, di alchimia, di filosofia. Come insegnante di Kabbala e di Alchimia dal 1766 si presentè il Conte Giuseppe Balsamo, Cagliostro, al Principe Raimondo di Sangro a fine anno e negli inizi del 1767 anche a suo figlio il duca Vincenzo di Sangro. Dal 1767 fu elaborato un sistema Rituale rinnovato di Massoneria Egizia a Napoli che prendeva spunto dal sistema alchemico, evovativo e kabbalista. Tale sistema fu denominato a Napoli dal 1767, Arcvana Arcvanorum Scala di Napoli in chiave kabbalistica ebraica, ma con spunti anche egizi antichi ripresi dalla tradizione esoterica portati a Napoli dalla colonia egizio-alessandrina di Napoli dal 67 d.c.. Il sistema definitivo egizio Arcana Arcanorum nel 1777 verrà spedito in posta alla Loggia veneta "Gli Parenti dell'Isola di Zante" da Vincenzo de Sangro neo Principe di Sansevero, con la ripartizione su tre gradi massonici egizi osiridei minori detti Scala di Memphis uguale alla Massoneria Scozzese dei primi tre gradi o dei futuri tre gradi di Cagliostro, sormontati da tre gradi egizi simili ai tre adonhiramiti di Raimondo die Sangro, ma non più scozzesi, ma detti egizi osiridei con magia alchemico personale e magia evocativa eonica kabbalistica al tempo e su schemi egizi osiridei di Napoli del 67 d.c. propriamente detti Scala di Abido o appunto Arcana Arcanorum Scala di Napoli tra 1777 e 1778. Il Santuario Egizio d'Italia è entrato in possesso di questo antico deposito rituale tradizionale risalente appunto al 1777 e ne è oggi l'unico depositario e rappresentante.

Principi e Fondamenti della Massoneria Egizia

La Massoneria Egizia del Santuario Egizio d'Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777), è una Tradizionale ed Antica Via Iniziatica. Fonda le sue radici nelle Tradizioni più antiche del genere umano ed è un anello di una catena che si perde nella notte dei tempi. In ogni Via Iniziatica la Tradizione si trasmette nella catena senza fine solo dagli “iniziati”, di generazione in generazione e la Luce, con i suoi antichi fondamenti, viene trasmessa immutata. Questa Via è una, universale, non contabinabile da fattori profani e personali e non soggetta a cultura o popolo. È resistente al tempo, alle ere, ai secoli; è immutabile, con le sue caratteristiche e le sue regole, come sempre è stata e sempre sarà. Fine e scopo della Via Iniziatica che rappresentiamo sono: risvegliarsi e far risvegliare, stimolando nei nuovi Fratelli e nelle nuove Sorelle l’esigenza interiore di una evoluzione costante, la Rigenerazione, la Reintegrazione nell’Uno. Fine ultimo della Massoneria Egizia: l’Osirificazione, ovvero l’identificazione con Osiride. divenire cioè un Corpo di Luce secondo come le varie scuole intendono definire il processo di Reintegrazione nel Padre: riunire ciò che é sparso, armonizzare il proprio essere con il pulsare della Luce e promuovere la supremazia dello Spirito sulla materia.

Organizzazione

All’interno del Santuario Egizio d’Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777) sono solo i Sublimi Principi Patriarchi Grandi Conservatori ad Vitam ad avere la possibilità, a livello nazionale e locale, di trasmettere quell’influsso Spirituale oggetto di ogni Iniziazione ed Elevazione a Gradi via via sempre più alti. Alla Sorella / al Fratello è affidato il compito di organizzare i Lavori, individuare, valutare ed Iniziare Ritualmente i Candidati al nostro Venerabile Rito e seguirne il progresso Spirituale ed Iniziatico. In caso di presenza nella stessa provincia di due o più Sublimi Principi Patriarchi Grandi Conservatori ad Vitam, compito del Fratello o della Sorella più anziana reggere l’onere locale. L’inizio dei Lavori delle Camere Rituali hanno inizio il 1° giorno del mese di Thot. La Piramide Rituale praticata sul tutto il territorio Nazionale è la seguente:

  • Massoneria Azzurra: Apprendista, Compagno, Maestro Massone.
  • Perfezionamento dei Maestri Massoni: Maestro Segreto, Maestro Perfetto
  • Studio e Conferimento Fondamenti Alchemico-Cabalistici: Cavaliere dell’Arco Reale, Cavaliere della Sacra Volta di Perfezione, Cavaliere d’Oriente e della Spada, Sublime Principe Rosa+Croce
  • Arcana Arcanorum Scala di Napoli (deposito del 1777): Sublime Principe Regolatore dei Cavalieri della Chiave, Grande Eletto della Sacra Corte, Sublime Pontefice, Eletto della Città Mistica Gran Consigliere del Tempio, Sublime Patriarca Maestro della Grande Opera.
  • Sublime Patriarca Gran Conservatore

Sedi in Italia

  • Campania (province di Napoli e Salerno)
  • Lazio (Roma)
  • Sardegna (Cagliari)
  • Calabria (Cosenza)
  • Liguria (province di Genova e Savona)
  • Lombardia (province di Milano e Pavia)
  • Piemonte (provincia di Cuneo).

Integrazioni

Confluiscono nel Santuario Egizio d'Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777) Tradizione e Rituali intatti delle seguenti linee della Massoneria Egizia in Italia:

  • Santuario Adriatico
  • R.·.A.·.P.·.M.·.M.·. Filiazione Robert Ambelain
  • Rito Orientale di Memphis
  • Ordre Maçonnique Oriental du Rite Ancien et Primitif de Memphis-Misraïm
  • Antico e Primitivo Rito di Memphis-Misraïm Filiazione Yarker
  • Rito Primitivo di Memphis-Misraïm – Filiazione Chevillon
  • Antico e primitivo Rito Orientale di Misraïm-Memphis – Venezia 1801

1.

Voci correlate

Collegamenti esterni