Dispute talmudiche tra Bet Shammai e Bet Hillel

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
(Reindirizzamento da Shammai ed Hillel)

Il confronto tra opinioni, anche su Halakhot, nel Talmud non risulta mai essere fondato sul tentativo di ottenere vana gloria personale, sullo Yetzer ha-ra e su macchinazioni o su invidia ma sempre leShem Shamaim, con cuore puro[1] ed intenti di Qedushah: esempio tra tutti viene considerato quello delle dispute talmudiche tra Bet Shammai e Bet Hillel nonché appunto quelle dirette tra i due santi Maestri ebrei Shammai ed Hillel (Pirqei Avot).

Dispute tra le due accademie

Periodo storico

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Diaspora ebraica, Sinedrio, Tempio di Gerusalemme e Yeshivah.

Discussioni dirette tra Shammai ed Hillel

  • Con riferimento alla Creazione Shammai affermava che fosse stato creato prima il cielo, Hillel invece che prima sia stata creata la terra.
  • Per l'accensione dei lumi della Chanukkiah a Chanukkah Shammai considerò l'illuminazione di tutti i lumi durante la prima sera diminuendo progressivamente giorno per giorno; Hillel, come da sempre si fa' ancora oggi, stabilì l'accensione progressiva, iniziando con un lume ed aumentando ogni sera di un lume aggiunto a quelli rappresentanti anche la prima e le sere precedenti, ultimando con l'accensione di tutti i lumi durante l'ottava sera.
  • ...

Proibizioni e permessi

  • Secondo Hillel il fatto che la moglie bruci un cibo cucinato potrebbe essere causa di divorzio, il Ghet, ma secondo Shammai non lo è (questo è uno dei rari casi in cui Shammai sembra più indulgente di Hillel).
  • ...

Opinione nel Talmud

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Nomi di Dio nella Bibbia § La Torah intera come nome di Dio e Torah celeste.
« ...queste e quelle sono parole del Dio Vivente... »
(Talmud)

La motivazione del versetto talmudico succitato, commento sulle opinioni di Shammai ed Hillel, si spiega per l'origine divina del Talmud e quindi dell'ispirazione dei Maestri, mai soggetti ad errore interpretativo esegetico ebraico anche qualora altre opinioni venissero accettate come più attendibili; certi di ciò gli ebrei non negano comunque l'Halakhah accettata e confermata inoltre si riconosce la verità anche nei passaggi "logici" e dialettici dei Rabbini del Talmud tesi a giungere anche a differenti conclusioni contemporaneamente infatti risulta verità ogni parte della Torah, anche le parti dei passaggi succitati: essa è infatti Sapienza divina e Dio non è soggetto ad imperfezione o mancanze. Anche il Talmud è quindi assieme movimento e stabilità nella verità, dunque in ogni sua sfumatura, nella bontà, nella giustizia e nel giudizio della rivelazione divina (cfr Filosofia ebraica, Profezia e Sefirot).
Questa possibilità è vera soprattutto attraverso il livello di interpretazione che trascende il significato letterale.

« ...perché non v'è alcuna parola nella Torah, né alcuna lettera, che non contenga dei misteri sublimi e delle "fondamenta" sante. Beata la parte di chi ne ha preso conoscenza »
(Sefer haZohar, Beshalach 2:59b)

Rigore di Shammai ed indulgenza di Hillel

Un paradosso Halakhico

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Bereshit.

Commenti successivi

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Tiqqun e Tohu e Tikun.
"La Misericordia nel Giudizio in Yom Kippur"
Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Etica ebraica.

Confronto diretto tra Shammai ed Hillel... quando Hillel "arrossì", "si fece rosso"

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Fede ebraica § Amore per il prossimo.

Il Talmud riporta il momento più importante e decisivo del confronto tra questi due Maestri: si racconta che si trovarono uno di fronte all'altro fino a quando Shammai fece intendere ad Hillel che avrebbe potuto riassumere in un attimo il suo metodo interpretativo, alludendo al proprio "giudizio" completo sul suo metodo e sulle sue modalità, era infatti risalito alle radici dei suoi principi interpretativi; questo significa che nulla di Hillel fu sconosciuto a Shammai, per questo in una posizione priviligiata: ciò compreso, Hillel arrossì come se Shammai fosse su un piano esistenziale superiore al proprio, pur se equiparabili[2].

Quando nell'era messianica...

Anche Yosef Karo ricorda l'insegnamento Halakhico secondo cui nell'era messianica prevarranno le proibizioni ed i permessi di Shammai su quelli di Hillel. Ciò permette la comprensione di un cambiamento nella prospettiva dell'esistenza, appunto manifesta nell'essenza profonda dell'Halakhah.

Non viene specificato quando e come questo avviene: se prima, durante o nel completamento (cfr Talmud di Gerusalemme).

Commenti successivi

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Qohelet.

Voci correlate

Pure:

Note

  1. cfr comunque anche
    « Rabbi El'azar [disse]: "...un buon cuore..." »
    (Talmud, Pirqei Avot)
  2. Invero oggi, comunemente, "far arrossire" un individuo, il prossimo, non è apprezzabile né auspicabile, per mancanza di "rispetto" del valore altrui, ma quanto qui descritto cela un significato differente
  I Sei Ordini della Mishnah (ששה סדרי משנה), da Mosè ai Maestri ebrei sino all'esegesi ebraica  
Zeraim (Semi)
(זרעים)
Moed (Festività)
(מועד)
Nashim (Donne)
(נשים)
Nezikin (Danni)
(נזיקין)
Kodashim (Santità)
(קדשים)
Tohorot (Purificazioni)
(טהרות)
BerakhotPe'ahDemaiKil'ayimShevi'itTerumotMa'aserotMa'aser SheniHallahOrlahBikkurim ShabbatEruvinPesachimShekalimYomaSukkahBetzahRosh HashanahTa'anitMegillahMo'ed KatanHagigah YebamothKetubotNedarimNazirSotahGhittinKiddushin Bava KammaBava MetziaBava BatraSinedrioMakkotShevu'otEduyotAvodah ZarahAvotHorayot ZevahimMenahotHullinBekhorotArakhinTemurahKeritotMe'ilahTamidMiddotKinnim KeilimOholotNega'imParahTohorotMikva'otNiddahMakhshirinZavimTevul YomYadayimUktzim