Template:Portale:Religioni/Argomento neopagano

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Grande Rito
Forest, CHKO Kokorinsko3.jpg
Un neopagano è chi segue la via della natura, chi vede il divino in ogni cosa. I cicli del cosmo sono le nostre festività, la Terra è il nostro tempio, le sue piante e le sue creature sono i nostri maestri, i venti e le acque i nostri vangeli.

— Parabola neopagana.



Il Grande Rito è, nella Wicca, un rituale ierogamico che involve la pratica di rapporti attività sessuale, o ad ogni modo, rappresentazioni simboliche del rapporto sessuale tra un uomo e una donna. Il rito prevede che il sacerdote (solitamente l'alto sacerdote di un gruppo o una coven wiccana) immerga l'athame, ovvero la lama rituale, simbolo del fallo maschile, in una coppa o un calice, simbolo della vulva. Il calice contiene solitamente del vino, e viene tenuto dalle mani dell'alta sacerdotessa. Il Grande Rito simbolizza la creazione della vita attraverso il sacro rapporto tra la Dea e il Dio e viene per questo chiamato anche rito della fertilità. Il rito è praticato nella sua forma non sessuale in occasione di ogni funzione wiccana. La pratica assume forma effettivamente di rapporto ierogamico in occasione di festività importanti, quali Beltane. Nella maggior parte dei casi solo i sacerdoti prendono parte al rito della fertilità, tuttavia non è pribito ai fedeli parteciparvi o praticarlo in intimità.