Cerchio

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.

Il cerchio è la forma più semplice dell'universo. Presente ovunque in natura. Secondo Platone il cerchio è la forma perfetta, simbolo della perfezione assoluta. Nell'età medievale sie allude spesso a Dio come ad un cerchio onnipresente. Il cerchio è simbolo dell'infinito. Il cerchio o la sfera costituiscono il simbolo del . Vale ad esprimere la totalità della psiche umana in tutti i suoi aspetti, compreso il rapporto tra uomo e natura, fra l'uomo e l'arte. Il simbolo del cerchio, si manifesti nel culto solare dei primitivi o nelle religioni moderne, nei miti e nei sogni, nei motivi mandala dei monaci tibetani, nei piani regolatori delle città, o nelle concezioni sferiche dei primi astronomi, indica sempre l'aspetto essenziale della vita, la sua complessiva e definitiva globalità. Il cerchio è innazi tutto un punto esteso e partecipa della sua perfezione. Così il PUNTO ed il cerchio hanno delle proprirtà simboliche comuni: perfezione, omogeneità, assenza di distinzione o divisione.. Il cerchio può anche rappresentare non più le perfezioni nascoste nel punto primordiale, ma gli effetti creati; in altre parole, il mondo in quanto si distingue dal suo principio. I cerchi concentrici rappresentano gradi di essere, le gerarchie create e costituiscono la manifestazione universale dell'Essere unico e non manifestato. In tutto questo, il cerchio è considerato nella sua totalità indivisa.