Hammurabi

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.

Hammurabi (accadico Khammurabi, dall'amorreo Ammurapi ("Ammu guarisce") fu il sesto re di Babilonia (1792-1750 a.C.) ed anche sesto della dinastia di Babele o Amurru. Era figlio di Sin-Muballit, quinto re babilonese.

Tra il 1764 a.C. e il 1755 a.C. Hammurabi riuscì a conquistare Larsa, a sconfiggere Mari, Eshnunna e l'Assiria. Portando a termine la conquista di Sumer e di Akkad, e ponendo fine all'ultima dinastia sumerica di Isin, fu il primo sovrano dell'Impero babilonese.

Egli unificò dunque il regno, favorendo l'idea di una regalità "sacra" e dando alla luce il Codice di Hammurabi, basato sulla legge del taglione.

Bibliografia

  • Giovanni Pettinato, Babilonia, centro dell'universo. Milano, Rusconi, 1988. ISBN 88-18-88007-1
  • Joan Oates, Babilonia, ascesa e decadenza di un impero, Roma, Newton & Compton, 1988.

Voci correlate