Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Leviatano

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'opera di Thomas Hobbes, vedi Leviatano (Hobbes).
Distruzione del Leviatano, incisione del 1865 di Gustave Doré

Leviatano (לִוְיָתָן lingua ebraica: לווייתן; in lingua italiana anche "contorto, avvolto". Anche Livyatan, ebraico tiberiense Liwyāṯān) è il nome di una creatura biblica. Si tratta di un terribile mostro marino dalla leggendaria forza presentato nell'Antico Testamento. Tale essere viene considerato come nato dal volere di Dio, nonostante sia spesso associato al Diavolo.

La citazione più importante la possiamo trovare nei seguenti passi:

« Fa ribollire come pentola il gorgo, fa del mare come un vaso di unguenti. Nessuno sulla terra è pari a lui, fatto per non aver paura. Lo teme ogni essere più altero; egli è il re su tutte le bestie più superbe. »   (Giobbe 41)

Simbologia

Dal punto di vista allegorico, il Leviatano rappresenta spesso il caos primordiale, la potenza priva di controllo, benché biblicamente sia più spesso espressione della volontà divina e "simbolo della potenza del Creatore".

Ipotesi di identificazione

Leviathan

Alcuni storici delle religioni identificano nel Leviatano un prestito tratto dalla religione babilonese e, più in particolare, dalla mostruosa dea Tiāmat, destinata a essere vinta dagli "dèi nuovi", fra cui Marduk.

Alcuni commentatori ebraici della Bibbia attribuirono al Leviatano la forma di un coccodrillo. Ciò sembra essere stato ispirato dal culto egiziano per il dio-coccodrillo Sobek. Secondo alcuni miti egiziani della creazione sarebbe stato lui il primo essere a emergere dalle acque fangose del caos originario per creare il mondo[1]. Il mito è suggerito dall'abitudine del Coccodrillo del Nilo di restare immerso nel fango per apparire inaspettatamente al presentarsi di una preda.

Ebraismo

Il Leviatano con il mostro della terra, Behemoth, e quello dell'aria, Ziz

Il rischio di confondere il pesce Leviatano con un coccodrillo o un drago, che è un altro elemento della Qabbalah ebraica, sembra sia dovuto all'accostamento di questa figura con il serpente primordiale, metafora del serpente che tentò Adamo ed Eva; accostamento presente anche nel testo dello Zohar: il Leviatano, il drago, il serpente ed il coccodrillo restano però figure distinte il cui confronto è presente nell'esegesi ebraica secondo la loro simbologia.

Lo Zohar riporta che nell'era messianica il Leviatano combatterà con il Behemot, un animale terrestre talvolta identificato con l'ippopotamo. Il libro di Giobbe lo descrive con denti spaventevoli e scaglie come di una corazza (Gb 41,14-17) e menziona che dalle sue narici esce fumo (Gb 41,20). Giobbe lo descrive anche come un animale estremamente forte e senza terrore, il "re su tutte le maestose bestie selvagge" (Gb 41,33-34).

Viene citato anche nel Libro dei Salmi: 104

Secondo un'altra affermazione il Leviatano combatterà con lo Shor Habar, o anche toro selvatico, definito anche toro puro: al volgere finale dello scontro trafiggerà il Leviatano con le proprie corna mentre il Levitano compirà la Shekhità di quello con una sua pinna. Dio decise di far morire la femmina del Leviatano perché altrimenti avrebbero invaso il Mondo nascondendone il corpo per i giusti che ne mangeranno la carne (del Leviatano femmina) nell'era messianica.

Secondo il Rabbi del Talmud Yokhanan nell'era messianica viene inoltre fatta una grande Sukkah con il Leviatano (Talmud, Baba Batra 75a) infatti usualmente, uscendo dalla Sukkah a Sukkot, si recita: "Voglia Hashem farci meritare di risiedere nella Sukkah del Liviatan"; il versetto del Tanakh corrisponde al "40, 31" del Libro di Giobbe: "La sua pelle riempirà le capanne". Il Talmud continua affermando che quanto a ciò che rimarrà della pelle del Leviatano, il Santo e Benedetto lo stenderà sulle mura di Gerusalemme e la sua luce splenderà da un'estremità all'altra del Mondo, come detto: "Le Nazioni cammineranno alla tua luce ed i re allo splendore del tuo sorgere" (Libro di Isaia 60, 3).

Filosofia

Frontespizio dell'opera di Thomas Hobbes, Leviathan

In filosofia il Leviathan è un'opera di filosofia politica scritta da Thomas Hobbes nel 1651. Il Leviatano rappresenta simbolicamente lo Stato come un grande corpo le cui membra sono i singoli cittadini. Tale è il senso della copertina del trattato che raffigura il Leviatano contenente nei pezzi del suo vestito altrettanti cittadini-sudditi. Tale opera è considerata la teorizzazione e l'atto costitutivo dello stato assoluto moderno. L'autorità dello stato è pari alla porzione di libertà individuale che ognuno gli delega con la rinunzia, per vivere in pace, ad esercitare i corrispondenti diritti collegati a tale libertà.

Nella letteratura

La figura del mostro portò il filosofo inglese Thomas Hobbes a paragonare la sua forza con il potere assoluto dello Stato. Infatti nel suo celebre trattato di filosofia politica omonimo egli paragona il potere dello Stato alla devastante forza della creatura del mare, necessaria al mantenimento della pace e dell'ordine.

Herman Melville nel celebre romanzo Moby Dick (o The Whale - la balena - 1851) cita più e più volte la figura del Leviatano incarnandola nel capodoglio, animale che secondo lui, per le sue immense proporzioni e la sua spaventosa potenza, più rappresenta questa figura mitologica. In ebraico moderno, la parola livyatan significa infatti "balena".

In zoologia

È stato chiamato Leviathan un genere di cetacei estinti, il cui primo esemplare è stato scoperto nel 2008 in Perù. La specie è denominata Leviathan melvillei.

Infuenza culturale

Il leviatano ha dato il titolo a numerose opere.

Letteratura

  • Leviatan è il titolo del romanzo forse più famoso di Julien Green. È la rappresentazione a tinte fosche e allucinate del carcere in cui ogni singolo viene rinchiuso dal proprio vizio. Per evadere dall'amarezza, dal turbamento, dal dolore, il protagonista arriverà a risoluzioni tanto tragiche quanto illusorie. "Come nella tragedia antica, Leviatan è dominato da una forza alla quale siamo costretti a dare il nome di destino", come ha detto Pietro Citati[senza fonte].
  • Leviatano è anche il titolo di uno dei più importanti romanzi dello scrittore americano Paul Auster. Questo romanzo, scritto nel 1992, come molti scritti di Auster tratta della vita, delle casualità che l'accompagnano e dei bizzarri misteri che governano la logica del caos.

Cinema e televisione

  • Nel film Leviathan, diretto da George Pan Cosmatos, il relitto della nave russa in cui viene ritrovata una bottiglia infetta da un gene mutageno, si chiama "Leviathan". Questo gene trasformerà parte dell'equipaggio in mostri: una sorta di creature amorfe.
  • Nella serie televisiva Supernatural, la settima stagione vede i fratelli Winchester affrontare come antagonista principale un gruppo di Leviatani evasi dal Purgatorio
  • Nel film d'animazione Disney Atlantis - L'impero perduto, il Leviatano è una gigantesca creatura robotica di origine atlantidea, dall'aspetto simile a quello di una aragosta, che protegge la galleria di accesso alla via segreta che porta al continente perduto.

Musica

  • Il secondo album del gruppo musicale Mastodon si intitola Leviathan.
  • Esiste un gruppo musicale statunitense Ambient-black metal chiamato Leviathan.
  • La traccia numero 14 dell'album Resurrection dei Venom si intitola Leviathan.
  • È il titolo di un EP del 2008 degli Alestorm, al cui interno la traccia numero uno è proprio Leviathan, canzone che racconta come questa bestia fosse libera per i mari e portasse scompiglio tra le flotte.
  • Il cantante Vinicio Capossela ha inciso la canzone dal titolo "Il grande Leviatano"
  • Il cantante Mondo Marcio ha inciso una canzone dal titolo Leviatano.

Videogiochi

  • In tutti i capitoli, a partire dal terzo, del videogioco Final Fantasy sono presenti spiriti invocabili di nome Leviathan e dall'aspetto simili a quello di un drago o serpente marino, che attaccano il nemico con attacchi basati sull'elemento acqua, molto spesso chiamato "Super Tsunami". Nel secondo capitolo invece, Leviathan è un mostro che inghiotte la nave dei protagonisti.
  • In Civilization - Call to Power, il Leviatano è l'unità terrestre da difesa definitiva, lentissima nei movimenti, ultra corazzata e potente negli attacchi ravvicinati e a distanza.
  • In Starcraft 2 - Hearth of the Swarm, il Leviatano è la "nave madre" degli Zerg, un immenso essere volante comandato da Sarah Kerrigan dopo aver ripreso le redini dello sciame. Compare anche nel primo episodio di SC2 - Wings of Liberty, nella missione Frantumare il cielo, in veste di unità volante nemica.
  • In Mass effect 3 - The Leviatan: l'espansione fra le ultime proposta nella saga, il Leviatano è l'essere che controlla attraverso l'indottrinamento qualsiasi altro essere anche i Razziatori, inoltre si scopre che è una creatura a forma di crostaceo gigante che abita sui fondali marini di un pianeta nell'abisso di Shrike.
  • In Devil May Cry 3 - Il Leviatano è il cosiddetto enorme mostro marino che levita intorno alla pseudo torre di babele, nel quale ci si ritrova all'interno del suo corpo, per un intero livello di gioco. All'interno di esso si può notare la presenza di resti di civilizzazione umana, tra i quali autobus, pezzi di strade in cemento, addirittura costruzioni, come a voler significare e testimoniare la sua immonda potenza e la conseguente inettitudine del genere umano dinanzi ad una creatura biblica, ed al suo potere di devastazione
  • Nella saga di Gears of War sono presenti numerosi Leviatani, in Gears of War 3 fa la sua comparsa un leviatano "Splendente" contaminato dall'Imulsion.

Note

  1. Geraldine Harris and Delia Pemberton, Illustrated Encyclopedia of Ancient Egypt, Peter Bedrick Books, 1999. pp.142-143

Altri progetti

Collegamenti esterni

Mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Esopedia che trattano di mitologia
Il portale Bibbia non esiste