Differenze tra le versioni di "Pramno"

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
m (Annullate le modifiche di 151.73.36.198 (discussione), riportata alla versione precedente di 93.144.80.93)
 
m (una versione importata)
 
(Nessuna differenza)

Versione attuale delle 15:57, 2 nov 2018

« ...per loro mescolava formaggio e farina d'orzo e miele verde con il vino di Pramno »
(Omero, Odissea, X, 233-234)
Localizzazione della Caria

Il pramno (o pramnio) era un vino proverbialmente noto per la sua finissima qualità e per le proprietà curative, di cui si fa cenno nell'Iliade e nell'Odissea.

Ateneo di Naucrati utilizza il termine in maniera generica per riferirsi a un vino rosso corposo, invecchiato, di buona qualità.

Origini e caratteristiche

Utilizzato come dono di ospitalità (xenia), era prodotto soprattutto nell'isola di Lesbo[1] ma anche nella città di Smirne e nell'isola di Icaria. Secondo Omero era prodotto nella terra di Pramnos che era probabilmente una zona montuosa della Caria[2] (attuale Turchia) o la vicina isola Icaria (Grecia).

Era un vino corposo, dolce e molto profumato (ανθοσμίας, anthosmias).

Iliade ed Odissea

Nell'Illiade Nestore lo miscela a formaggio e cipolle per formare un cataplasma da applicare sulle ferite del medico Macaone .[3]

Il vino, mescolato a droghe, fu offerto dalla maga Circe ai compagni di Ulisse nell'Odissea di Omero prima di trasformarli in porci.

Note

  1. Johnson Vintage, The Story of Wine, Simon and Schuster, 1989. p. 44
  2. Homer[non chiaro], Vincenzo Monti, Arnaldo Bruni L'Iliade di Omero Ed. Salerno, 2004 ISBN 8884024412, 9788884024411
  3. Iliade, XI 638-641
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Esopedia che trattano di mitologia greca
Il portale Alcolici non esiste