Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Shlach

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.

Shlach, Shelach, Sh'lah, Shlach Lecha, o Sh’lah L’kha ebraico: שְׁלַח o שְׁלַח-לְךָ — tradotto in italiano: "manda” o “invia per te”) è la 37ª porzione settimanale della Torah (ebr. פָּרָשָׁה – parashah o anche parsha/parscià) nel ciclo annuale ebraico di letture bibliche dal Pentateuco, quarta nel Libro dei Numeri. Rappresenta il passo Numeri 13:1-15:41, che gli ebrei della Diaspora leggono generalmente in giugno. Il nome proviene dalle prime parole significative della parashah, in Numeri 13:2: Shelach in ebraico: שְׁלַח[?] è la sesta e Lecha in ebraico: לְךָ[?] la settima parola della parashah.

La parshah narra la storia dei ricognitori che scoraggiarono gli Israeliti, i comandamenti delle offerte, la storia del violatore dello Shabbat ed il precetto delle frange (Tzitzit).

Mosè ed i messaggeri da Canaan (dipinto di Giovanni Lanfranco)

Rissunto

Paralleli antichi

Interpretazione rabbinica classica

Comandamenti

Nella liturgia

Maqam settimanale

Haftarah

La haftarah della parshah è Giosuè 2:1-24.

Riferimenti

La parshah ha paralleli o viene discussa nelle seguenti fonti:

Collegamenti esterni

(EN) (IT) (HE) (YI)

Testi

Commentari

Old book bindings.jpg

Note


Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Esopedia che trattano di Ebraismo