Shu (mitologia)

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Il dio Shu

Shu (o Chu, oppure Sciu), dio primordiale della mitologia egizia, fa parte della grande Enneade di Eliopoli.

Nacque, come sua sorella gemella e moglie Tefnut, dallo sperma o muco di Atum, il creatore. Tefnut e Shu formano la prima coppia divina. La prima è il simbolo dell’umidità e Shu quello dell’aria; rappresentano con i loro due figli, Geb (la terra) e Nut (il cielo), i quattro elementi primordiali.

H6G43A40
Shu
in geroglifico

Shu simboleggia l’aria, intesa anche come soffio di vita. Viene raffigurato come un uomo barbuto, che sta sopra Geb nell’atto di sostenere Nut con le braccia tese (l’aria tra la terra ed il cielo). Spesso indossa sul capo una piuma di struzzo. A Leontopoli, Shu e Tefnut erano venerati sotto forma di una coppia di leoni.

Shu fu in seguito identificato con Anhur, il cui nome significa Portatore del cielo, diventando Anhur-Shu.

Bibliografia

  • Tosi, Mario, Dizionario enciclopedico delle Divinità dell'Antico Egitto, Torino 2004 ISBN 88-7325-064-5