Tevilah

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Versione del 12 nov 2013 alle 12:15 di 2.230.243.250 (Discussione) (Berakhah)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

La Tevilah è la pratica rituale ebraica di abluzione.

Etimologia

Origine

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Parashah.

Fonti nel Tanakh

Fonti della Torah Orale

Per il Ghiur

Relativa alla conversione di proseliti e consiste nell'immersione rituale nel Mikveh.

Il cristianesimo aveva in comune con l'Ebraismo questa forma rituale per i nuovi convertiti (cfr Acqua e Battesimo).

Berakhah

Per la Tevilah con l'immersione nel Mikveh e per le stoviglie esistono due Berakhot differenti che sono:

Alcuni casi

Talvolta anche gli Ebrei effettuano la Tevilah per alcune festività ebraiche o usualmente: ciò riguarda la concezione religiosa ebraica della purità. Si ricordano ancora la Tevilah effettuata dagli sposi prima del matrimonio e dai Soferim per scrivere un Sefer Torah o la Mezuzah ed i Tefillin.
Anche la donna ebrea sposata è tenuta a compiere la Tevilah per purificarsi, dopo un periodo di tempo dalla fine del ciclo mestruale considerato secondo le norme dell'Halakhah, e contribuire a mantenere la purità famigliare.

In alcuni casi l'Halakhah prevede anche la Tevilah per stoviglie e posate nuove per l'osservanza della Casherut.

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Matrimonio (religione).

Halakhah per la Tevilah

La "Netilat Yadaim"

La fonte di quanto segue è anche il Qitzur Shulchan Arukh.

  • 1. Gli ebrei effettuano usualmente il lavaggio delle mani al mattino, appena svegliatisi, e prima di mangiare del pane o la Matzah, in entrambi i casi con Berakhah "...netilat yadaim";
  • 2. dopo le necessità fisiche;
  • 3. talvolta anche presso il cimitero e prima di entrare in una Sinagoga o un luogo dove si compie la Tefillah, quindi in merito alla Qedushah;
  • 4. dopo aver tagliato unghie o capelli;
  • 5. dopo le relazioni intime;
  • 6. dopo aver toccato le parti del corpo coperte.

Nei casi 2, 3, 4, 5 e 6 non si recita la Berakhah "...netilat yadaim".

Vi sono opinioni differenti se si debba dire o meno la Berakhah dopo la netilat dopo aver dormito poco o durante il giorno ma certamente dopo il sonno tra la notte e l'alba avvenuta.

Azione del lavaggio

  • Al mattino si compie con un recipiente apposito riempito d'acqua, alternando il lavaggio sulle due mani per sei volte iniziando a lavare la destra; così avviene anche dopo le necessità fisiche;
  • prima dei pasti, con pane o Matzah amotzì, non mezonot per cui in genere non si effettua la Netilat Yadaim (almeno certamente senza la Berakhah "...netilat yadaim"), invece gettando l'acqua del recipiente tre volte su una mano e tre volte sull'altra, sempre cominciando col lavare la destra.

Berakhah

Exquisite-kfind.pngLo stesso argomento in dettaglio: Abluzioni rituali ebraiche § La benedizione e Berakhot.

La sua traslitterazione è:

Barukh Atta A-donay, E-lokeinu Melekh haOlam, asher qideshanu beMitzvotav vezivanu al-netilat yadaim

che in lingua italiana risulta:

"Benedetto sii Tu, o Hashem, Dio nostro, Re del Mondo, che ci hai santificati con i Tuoi precetti e ci hai comandato il lavaggio delle mani"

Halakhah

  • La Netilat Yadaim deve essere compiuta versando l'acqua fino al polso (Rambam); vi sono opinioni se le mani debbano essere poste col palmo rivolto verso il basso, quasi in obliquo, o con la mano verso l'alto e le dita giunte, sempre verso l'alto...
Prima di asciugarle, durante la Berakhah, è meglio tenere le mani sopra l'altezza del busto, o quasi, prima di asciugarle con un panno o salvietta puliti (cfr Shammai ed Hillel).
  • Prima di un pasto con pane, dopo di questa, bisogna restare in silenzio sino a dopo averne mangiato una parte per cui si è recitata la relativa benedizione ma si deve ripetere il lavaggio senza benedizione qualora si abbia parlato.
  • Come già sopra descritto, l'acqua versata deve passare sino al polso inoltre è bene togliere, anche momentaneamente, anelli o varie.
  • Qualora si sia stati svegli tra la notte e l'alba, si faccia il lavaggio delle mani senza dire la Berakhah necessaria (Meqor Chajim).
  • Tale Mitzvah viene ritenuta completa solo con acqua versata da un recipiente, quindi per esempio non direttamente dal rubinetto tranne che per mancanza delle condizioni sopra descritte ed almeno aprendo il rubinetto ognuna delle sei volte; talvolta anche immergendo in un torrente o nella neve per il numero di volte come descritto o, in casi difficili, pulendole strofinandole, per esempio su un panno o una salvietta, anche senz'acqua, o su pietra o sabbia.

Voci correlate


Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Esopedia che trattano di Ebraismo