Wiraqucha

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.

Wiraqucha, la divinità creatrice del Sole, della Luna e delle stelle, il dio che aveva plasmato i primi uomini nell'argilla. Era adorato in due templi: il primo Quishuarcancha si trovava nel Cuzco, il secondo, Cancha' era situato presso Urcos. Secondo Juan Santa Cruz Pachacuti era raffigurato con un disco ovale d'oro che simboleggiava l'uovo primordiale. Secondo Cristóbal de Molina la sua immagine era riprodotta in una statua d'oro con le sembianze di un bambino di dieci anni che teneva un braccio alzato in una posa benedicente. Il suo culto entrò spesso in conflitto con quello del Sole e fu spesso una causa di dissapori anche violenti tra i sovrani Inca e il potere sacerdotale.